Ultima modifica: 4 marzo 2018
Liceo Diaz di Ottaviano > Avvisi > Liceo Diaz eventi – Incontro con Eva Cantarella

Liceo Diaz eventi – Incontro con Eva Cantarella

….. la prof.ssa Eva Cantarella incontrerà gli studenti, i docenti e i graditi ospiti e dialogherà con essi sul tema Le eroine di ieri e di oggi.

Il giorno 13 marzo p.v., alle ore 15.30, nell’aula Magna del Liceo Armando Diaz, la prof.ssa Eva Cantarella, storica dell’antichità e del Diritto antico, incontrerà gli studenti, i docenti e i graditi ospiti e dialogherà con essi sul tema Le eroine di ieri e di oggi.
Conoscere la Professoressa, la Scrittrice e la Donna Eva Cantarella sarà una rinnovata opportunità per avvicinare e appassionare i giovani studenti al racconto dell’antichità e del mondo classico, un’occasione per apprendere la forza della parola proferita e scritta e un dono offerto dalla testimonianza di una vita spesa per lo studio e la cultura. Alunni e docenti potranno intrattenersi nella conversazione attraverso l’excursus dei  suoi libri, seguendo il filo conduttore delle figure femminili che ella narra, descrivendone ruoli, funzioni, caratteri, nella storia, nella letteratura, nella società di ieri e di oggi e perciò stesso, assurgendo ad essere paradigmi eterni dell’universo donna.
Riascolteremo di Penelope, Calipso, Circe, Nausica e altri personaggi femminili che intrecciano la storia e le avventure di Ulisse in Itaca; conosceremo Elena, di Sopporta cuore; le donne romane, Camilla, Lucrezia, Clelia, raccontate con accuratezza ed ammirazione in Passato prossimo ed infine, intenderemo L’Ambiguo malanno, che Zeus ha messo fra gli uomini, portando le donne alla luce del sole.
La Scrittrice analizza la condizione della donna nell’antichità greco-romana, trattando dei mutamenti avvenuti nel tempo, il progressivo riconoscimento dei suoi diritti, sottolineando, però, la difficoltà di scrivere la storia della donna, per troppi secoli ignorata dalla storia scritta da uomini e per gli uomini. In un’epoca in cui si affermano le pari opportunità e, per converso, aumenta il femminicidio, l’opera di Eva Cantarella si presenta come una preziosa fonte per andare all’origine della consapevolezza che la storia non si ripete, il processo storico non sempre procede verso situazioni più progredite.
Dunque, un’ambiguità storica, come ambiguo è quel meraviglioso e complesso malanno chiamato donna.

Ottaviano, 3 marzo 2018

Prof.ssa Rita Del Giudice